Cattive Notizie

19 maggio 2009

Ricominciamo?

Il dibattito di questa settimana, tutto concentrato sugli arrivi, sugli sbarchi e quindi su diritto nautico e internazionale, rafforza in me un’impressione di cui ho già parlato. La sensazione di un già visto. Di un eterno ritorno.

Lo so, il mondo dell’informazione è quello della sorpresa istituzionalizzata, quindi non dovrei lamentarmi di ciò. Il problema è che anche il mondo politico su questo tema appare bloccato nello stesso refrain mediale. Il discorso pubblico è rimasto ancorato ad un momento preciso della nostra contemporaneità migratoria: l’inizio degli anni Novanta.

(more…)

Annunci

21 aprile 2009

Sono razzisti

Filed under: Casi di studio — Marco Binotto @ 10:21 pm
Tags: , , , , , , , ,

siamo-razziesti-liberoUno dei luoghi comuni dell’antirazzismo è quello di constatare con sarcasmo quale sia l’incipit di ogni commento dal vago sentore razzista o pregiudizievole: “non sono razzista, ma…

Una breve frase che suona come giustificazione, quasi un ipocrisia rispetto al concetto che emergerà a breve. Dal punto di vista sociologico questa “Excusatio” segnala la presenza di un tabù verso questo appellativo che suona ancora come un’accusa insostenibile. Un errore da evitare assolutamente.

Secondo me, uno dei segnali dell’odierno imbarbarimento del dibattito pubblico e quotidiano su questi temi è proprio la progressiva caduta di questo tabù, lo sdoganamento verso espressioni e atteggiamenti che fino a qualche tempo fa richiedevano questo tipo di premesse che ora appaiono inutili. Anzi vengono ribaltate.

Siamo razzisti“. Titolava stamane il quotidiano Libero.

(more…)

1 gennaio 2009

Da dove viene il clandestino?

In questi giorni pare siano ripresi gli “sbarchi di clandestini a Lampedusa”. Naturalmente “è subito emergenza”. Il problema, al solito, è che non si capisce bene da dove provengono.

Gli sbarcati, si sa, non hanno né origine né storia.  E’ risaputo che il resto del mondo è povero o in guerra e questo ci basta. Al massimo si parla delle origini  di questi flussi solo per trovare un modo per fermarli. Il modo trovato di questi tempi è quello di fare degli accordi con i paesi di origine (o sarebbe meglio dire di transito) dei barconi. Uno di quelli più famosi è l’accordo bilaterale con la Libia.

Ci sono notizie sulla sua stipula e sulla sua discussione. Altre sui lamenti del loro mancato rispetto.

Nessuno su come questo regime, fino a pochi anni fa “canaglia”, riesca o dovrebbe riuscire a fermare i migranti.

Come fa?

(more…)

2 maggio 2008

Fratturarsi da soli?

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 12:09 pm
Tags: , , , , , , ,

Certe volte alcuni tic dell’informazione, certi sotterranei pregiudizi, passano per i dettagli. Una frase innocente, che passa inavvertita. Quasi in modo invisibile, addirittura “subliminale” (termine che un buon studioso di comunicazione non dovrebbe mai usare).

La frase fa sorgere un dubbio: come ci si rompe un braccio od una gamba? O meglio una frattura è un incidente?

Domande stupide? Certo, perché la risposta è scontata. Di solito si ha una frattura per un sfortunato caso. Si cade, ad esempio. In ogni caso si tratta di un fatto involontario.

A meno che.

(more…)

Blog su WordPress.com.