Cattive Notizie

30 dicembre 2008

Addio al clandestino

Filed under: Notizie — Marco Binotto @ 11:16 am
Tags: , , , , , ,

si_puo_fare_amigo2Si può fare.

Si può scegliere quale parole usare. Si può evitare di usare alcuni termini per informare sui fenomeni migratori e sulla presenza straniera.

Il tutto nasce dall’appello di “Giornalisti contro il razzismo”. Hanno risposto le agenzie di stampa DiRE e “Redattore sociale” eliminando dai resoconti i termini Clandestino e Extracomunitario (se non  necessario).

(more…)

Annunci

28 dicembre 2008

Il fumo con l’arrosto

Filed under: Analisi — Marco Binotto @ 12:22 pm
Tags: , ,

24371mvthe-thing-postersFinalmente ho avuto un momento per iniziare a leggere l’interessante dibattito che si sta articolando sulle pagine della rivista Problemi dell’informazione.

Il tema è interessante per questo luogo: “pensare il giornalismo“.

Tanto per complicarmi la vita ho iniziato dall’ultimo intervento, quello di una persona che conosco e che ha collaborato alla ricerca pubblicata in FuoriLuogo.

(more…)

24 novembre 2008

Paure tele-comandate

Prima o poi i nodi vengono al pettine. Il VI Rapporto internazionale su “Immigrazione e Cittadinanza in Europa”, una ricerca comparativa curata da Demos & Pi e dal LaPolis-Univ. di Urbino per Intesa Sanpaolo, e diretta da Ilvo Diamanti, scopre che in Italia la paura non c’è più. E precisamente, non c’è più da Maggio 2007. E’ bastato infatti un cambio di governo, o forse la fine di una campagna elettorale tutta giocata sull’insicurezza, sulla paura della criminalità e sull’altro come minaccia, per ridare subito fiato ad un paese nella morsa dell’angoscia. La ricerca fa emergere molti aspetti veramente critici: siamo il paese che in Europa fa registrare i consensi più alti per affermazioni che individuano negli immigrati un rischio per la cultura, l’identità e l’ordine pubblico. Specularmente, l’Italia fa segnare il consenso più basso sulle affermazioni in cui gli immigrati sono presentati come risorsa per l’economia o per l’apertura culturale. Ma il trend più significativo è forse questo: se si guarda l’evoluzione nel tempo del sentimento di paura nei confronti degli immigrati, il punto di minimo è l’ottobre del 2003, il punto di massimo è invece il periodo ottobre – novembre 2007. Guarda caso, precedendo “quanto basta” l’apertura ufficiale della campagna elettorale, quando la crisi politica era già annunciata. E guarda caso, a maggio 2007 la crescita della paura si ferma, facendo registrare una secca inversione di tendenza. Forse ha ragione Diamanti: “se prima eravamo terrorizzati, oggi siamo solo impauriti”.

(more…)

17 luglio 2008

Aiuto! Sono tornate anche le razze

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 11:21 pm
Tags: , , , , , ,

Continua l’evergreen mediatico. Alcune parole sono tornate nei telegiornali nazionali. Qualche tempo fa un post segnalava il ritorno del termine nostrano “vu cumpra‘” per designare gli ambulanti stranieri.

Ora pare tornare un termine proveniente da un luogo ancora più indietro nel tempo, ma molto più impegnativo. Per ora è limitato ad una notizia dall’estero, ma ci sono buone speranze…

(more…)

29 giugno 2008

C’è bambino e bambino 2

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 10:45 pm
Tags: , , , , , , , ,

Qualche settimana fa pubblicai un post in cui riprendevo un articolo on line che trattava di immagini di minori. Si raccontava la strana applicazione, a singhiozzo, della  Carta di Treviso.

Quella che fa in modo che non ci siano volti di minori ripresi nelle immagini dei tg, anche quando si parla di regali di natale…

Quel articolo puntava l’attenzione su una foto circolata molto in quei giorni in cui si vedeva il bel volto di una bambina apparentemente Rom.

(more…)

16 giugno 2008

12 giugno 2008 : Nasce “La Carta di Roma”

Una di quelle date da segnarsi. Certo non una ricorrenza religiosa o nazionale. Forse non entrerà nei libri di storia, almeno non nei manuali più sintetici. Certo per chi si occupa di questi temi è un momento di una certa importanza.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana hanno approvato il “Protocollo deontologico concernente i richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti” denominato “Carta di Roma”.

(more…)

21 maggio 2008

“E ora cambiamo pagina”

Filed under: Analisi — Marco Binotto @ 8:24 pm
Tags: , , , , ,

Il tempo a disposizione per questa puntata sta per terminare.

A segnare la fine del discorso mediale, o almeno di questa fase, arrivano due editoriali. In qualche modo la storia deve culminare con una qualche morale, un senso. Per questo arrivano Una norma pericolosa di Tito Boeri e SE SI INVOCA LO STRANIERO di Ernesto Galli Della Loggia, pubblicati entrambi il 21 maggio 2008.

Ulteriore conferma della metabolizzazione collettiva delle due settimane di avvenimenti e della nuova configurazione normativa viene dalla pubblicazione on line di due appelli sul tema:

L’Appello di Lunaria e quello di un gruppo di giornalisti.

16 maggio 2008

C’è bambino e bambino

Tra poco avremo un nuovo documento deontologico dedicato all’immigrazione, all’asilo e alle minoranze (la Carta di Roma). I codici deontologici si occupavano di altre cose e in qualche modo, lentamente, hanno modificato il comportamento dell’informazione su alcuni “temi sensibili”. Uno dei più importanti è la Carta di Treviso che garantisce la tutela dei minori.

Su quello dovremmo star tranquilli.

Un breve articolo di Mattia Camellini pubblicato sul sito Comunicazione Italiana segnala un caso di applicazione a singhiozzo della norma. Vale per un italiano, non vale per una bambina Rom.

Non si può star tranquilli di nulla.

3 maggio 2008

Numeri sull’immigrazione

Il 29 aprile 2008 Giuliano Amato ha presentato il rapporto sull’immigrazione del Ministero dell’Interno insieme ad una ricerca sulla percezione del fenomeno. Un’ottima occasione per osservare il modo in cui i media nazionali rappresentano questo tema.

E’ evidente come molte testate hanno preferito interpretare in modo anche molto differente la mole di dati presentati. (more…)

11 marzo 2008

Far male

Filed under: Appunti,Cronacopoli,Esperienze — Marco Binotto @ 7:22 am
Tags: , , , , ,

pippoPuò capitare, facendo un mestiere intellettuale, di astrarsi dalle conseguenze dei propri atti. Certe volte, trattando di simboli e immagini, lavorando ore ad un computer, si immagina che queste tracce elettroniche non abbiano conseguenze, non siano troppo legate ad una realtà. Capita agli operatori dell’informazione, ma anche a chi si sforza di dimostrare i rischi possibili in questo tipo di lavoro.

Poi per fortuna la realtà ti si presenta ricordandoti non solo la sua esistenza, ma la – forse banale – concretezza delle tue azioni. (more…)

« Pagina precedentePagina successiva »

Blog su WordPress.com.