Cattive Notizie

28 gennaio 2009

Sfilata di moda a Guidonia

marsupilamitiamo.splinder.comE’ tornata la sicurezza.

Son tornati i rumeni.

E il giornalismo italiano è sempre lì, insieme ad alcune cattive abitudini comunicative delle forze dell’ordine.

Utile la lettura dell’intervista all’avvocato ex-senatore Guido Calvi sull’edizione odierna del Corriere della Sera (p. 9).

I romeni dello stupro di Guidonia hanno rischiato il linciaggio. Calvi: «Vergogna»
CORRIERE DELLA SERA

«Semplicemente indecoroso». Si arrabbia Guido Calvi, avvocato ed ex senatore Ds.

I ragazzi romeni arrestati hanno rischiato il linciaggio

«Appunto… diciamo che è stata ancora una volta l’esposizione indecorosa di un trofeo. È grave dimenticare che quelle sono persone. Possono aver commesso il fatto più grave di questo mondo. Vanno processati e puniti come meritano ma la gogna mediatica è un atto di inciviltà».

E se fossero stati italiani?


(more…)

23 dicembre 2008

Questione di immagine

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 10:51 pm
Tags: , , , , , , , ,

2005-invisible-womanChe forza le immagini.
Le telecamere di sorveglianza piazzate in luoghi pubblici e private sono molto importanti per la sicurezza collettiva. A quanto sembra sono altrettanto rilevanti per il confezionamento dei servizi televisivi.
Martedì 9 dicembre il TG5 delle 13 ne ha dato un’emblematica dimostrazione.

Un blocco di due servizi intitolato “Rapinatori e bulli incastrati dai video. Inchiodati dalle telecamere ladri e bulli” evidenzia l’importanza della disponibilità di immagini come  valore notizia per la scelta delle notizie da mostrare.

(more…)

30 luglio 2008

Centro di Permanenza Temporanea

Filed under: Immigrazione e asilo — andreacerase @ 12:13 pm
Tags: , , , , ,

Adrian Paci
Temporary Shelter Centre [Centro di Permanenza Temporanea], 2007
Videoproiezione 16:9, 5’30”, col.
Courtesy Galleria Francesca Kauffmann, Milano.

Adrian Paci è un artista albanese, nato a Scutari nel 1969. Vive e lavora a Milano e ha esposto in tutto il mondo. Molti dei suoi lavori sono ispirati ai temi dell’etnicità e dell’immigrazione. L’immagine in foto potrebbe candidarsi come copertina del nostro rapporto di ricerca.

29 giugno 2008

C’è bambino e bambino 2

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 10:45 pm
Tags: , , , , , , , ,

Qualche settimana fa pubblicai un post in cui riprendevo un articolo on line che trattava di immagini di minori. Si raccontava la strana applicazione, a singhiozzo, della  Carta di Treviso.

Quella che fa in modo che non ci siano volti di minori ripresi nelle immagini dei tg, anche quando si parla di regali di natale…

Quel articolo puntava l’attenzione su una foto circolata molto in quei giorni in cui si vedeva il bel volto di una bambina apparentemente Rom.

(more…)

24 giugno 2008

La tigre in gabbia

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 10:06 am
Tags: , , , , , , , ,

Questa ricerca, come la precedente, ha tra i suoi centri d’attenzione i documenti deontologici del giornalismo italiano. Questa parte da una carta concentrata sul trattamento dei migranti, dei richiedenti asilo e delle minoranze. Nella precedente però non era ancora stata presentata, né approvata.

Quindi ci arrangiammo con gli obblighi etici già presenti a quel tempo.
Uno di questi è quello preparato dal Garante della Privacy, previsto dall’articolo 25 della legge 31 dicembre 1996 (n. 675). Nell’articolo 8, dedicato alla “Tutela della dignità delle persone” si affronta il tema della pubblicazione o trasmissione di immagini. In particolare di video e fotografie di persone incolpate di un qualche reato. Il testo dei commi 2 e 3 è piuttosto esplicito:

(more…)

16 maggio 2008

C’è bambino e bambino

Tra poco avremo un nuovo documento deontologico dedicato all’immigrazione, all’asilo e alle minoranze (la Carta di Roma). I codici deontologici si occupavano di altre cose e in qualche modo, lentamente, hanno modificato il comportamento dell’informazione su alcuni “temi sensibili”. Uno dei più importanti è la Carta di Treviso che garantisce la tutela dei minori.

Su quello dovremmo star tranquilli.

Un breve articolo di Mattia Camellini pubblicato sul sito Comunicazione Italiana segnala un caso di applicazione a singhiozzo della norma. Vale per un italiano, non vale per una bambina Rom.

Non si può star tranquilli di nulla.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.