Cattive Notizie

15 maggio 2009

Musi gialli

Filed under: Notizie — andreacerase @ 6:40 am
Tags: , , , , , ,

Il giornalismo italiano, ogni giorno, diventa un po’ meno giornalismo e un po’ più militanza.  Ci si prepara ad un’estenuante guerra santa contro gli invasori dell”italico suolo. E ogni giorno, si moltiplicano gli ascari pronti ad arditi attacchi dietro le linee nemiche. E ne escono articoli di questo genere:

Lambertow premiato dai giapponesi. Un pezzo dedicato ad un’onoreficenza concessa dal governo giapponese a Lamberto Dini, un personaggio ritenuto simpaticissimo da buona parte dell’attuale maggioranza. Ecco il suo incipit: “Lambertow fa incetta di consensi tra i musi gialli giapponesi.”

Ed ecco anche la risposta dell’Ambasciata del Giappone in Italia:

“E’ ben accetta l’attenzione prestata alla notizia del conferimento dell’onorificenza al Senatore Dini da parte del Giappone. Tuttavia, riteniamo che l’espressione utilizzata per identificarci, ossia “musi gialli“, abbia una connotazione dispregiativa e molto negativa. Segnaliamo che l’espressione non sarebbe neppure necessaria nel contesto, quindi il suo utilizzo è totalmente gratuito. Inoltre, tale espressione così grossolana non ci sembra consona né all’altezza di un giornale come il Vostro, a tiratura nazionale e con una sua tradizione nel giornalismo italiano.”

Il giornalismo italiano? Ah già, il protagonista di mille battaglie e diecimila barricate per la libertà di stampa. Questa qui, per l’appunto.

3 marzo 2009

Soliti e noti

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 10:42 pm
Tags: , , , , , , , , ,

i_soliti_ignotiRischiamo di diventare ripetitivi, lo so.

Dobbiamo tornare a ricordare l’Articolo 8, “Tutela della dignità della persona” del “Codice deontologico relativo al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica“:

2. Salvo rilevanti motivi di interesse pubblico o comprovati fini di giustizia e di polizia, il giornalista non riprende né produce immagini e foto di persone in stato di detenzione senza il consenso dell’interessato.

3. Le persone non possono essere presentate con ferri o manette ai polsi, salvo che ciò sia necessario per segnalare abusi.

Ieri. Tutte le testate hanno gioito alla notizia della cattura dei due colpevoli del cosiddetto “stupro della Caffarella” (credo quasi nessuna abbia usato il condizionale per definine la colpevolezza, ma bisognerà controllare). La notizia era accompagnata in modo quasi completo dalle solite foto segnaletiche, sostituite, appena sono state disponibili, dalle panoramiche in piano americano dei due accompagnati in manette dal personale delle forze dell’ordine.

(more…)

29 giugno 2008

C’è bambino e bambino 2

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 10:45 pm
Tags: , , , , , , , ,

Qualche settimana fa pubblicai un post in cui riprendevo un articolo on line che trattava di immagini di minori. Si raccontava la strana applicazione, a singhiozzo, della  Carta di Treviso.

Quella che fa in modo che non ci siano volti di minori ripresi nelle immagini dei tg, anche quando si parla di regali di natale…

Quel articolo puntava l’attenzione su una foto circolata molto in quei giorni in cui si vedeva il bel volto di una bambina apparentemente Rom.

(more…)

24 giugno 2008

La tigre in gabbia

Filed under: Immigrazione e asilo,Visioni — Marco Binotto @ 10:06 am
Tags: , , , , , , , ,

Questa ricerca, come la precedente, ha tra i suoi centri d’attenzione i documenti deontologici del giornalismo italiano. Questa parte da una carta concentrata sul trattamento dei migranti, dei richiedenti asilo e delle minoranze. Nella precedente però non era ancora stata presentata, né approvata.

Quindi ci arrangiammo con gli obblighi etici già presenti a quel tempo.
Uno di questi è quello preparato dal Garante della Privacy, previsto dall’articolo 25 della legge 31 dicembre 1996 (n. 675). Nell’articolo 8, dedicato alla “Tutela della dignità delle persone” si affronta il tema della pubblicazione o trasmissione di immagini. In particolare di video e fotografie di persone incolpate di un qualche reato. Il testo dei commi 2 e 3 è piuttosto esplicito:

(more…)

16 giugno 2008

12 giugno 2008 : Nasce “La Carta di Roma”

Una di quelle date da segnarsi. Certo non una ricorrenza religiosa o nazionale. Forse non entrerà nei libri di storia, almeno non nei manuali più sintetici. Certo per chi si occupa di questi temi è un momento di una certa importanza.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana hanno approvato il “Protocollo deontologico concernente i richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti” denominato “Carta di Roma”.

(more…)

16 maggio 2008

C’è bambino e bambino

Tra poco avremo un nuovo documento deontologico dedicato all’immigrazione, all’asilo e alle minoranze (la Carta di Roma). I codici deontologici si occupavano di altre cose e in qualche modo, lentamente, hanno modificato il comportamento dell’informazione su alcuni “temi sensibili”. Uno dei più importanti è la Carta di Treviso che garantisce la tutela dei minori.

Su quello dovremmo star tranquilli.

Un breve articolo di Mattia Camellini pubblicato sul sito Comunicazione Italiana segnala un caso di applicazione a singhiozzo della norma. Vale per un italiano, non vale per una bambina Rom.

Non si può star tranquilli di nulla.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.