Cattive Notizie

15 maggio 2009

Musi gialli

Filed under: Notizie — andreacerase @ 6:40 am
Tags: , , , , , ,

Il giornalismo italiano, ogni giorno, diventa un po’ meno giornalismo e un po’ più militanza.  Ci si prepara ad un’estenuante guerra santa contro gli invasori dell”italico suolo. E ogni giorno, si moltiplicano gli ascari pronti ad arditi attacchi dietro le linee nemiche. E ne escono articoli di questo genere:

Lambertow premiato dai giapponesi. Un pezzo dedicato ad un’onoreficenza concessa dal governo giapponese a Lamberto Dini, un personaggio ritenuto simpaticissimo da buona parte dell’attuale maggioranza. Ecco il suo incipit: “Lambertow fa incetta di consensi tra i musi gialli giapponesi.”

Ed ecco anche la risposta dell’Ambasciata del Giappone in Italia:

“E’ ben accetta l’attenzione prestata alla notizia del conferimento dell’onorificenza al Senatore Dini da parte del Giappone. Tuttavia, riteniamo che l’espressione utilizzata per identificarci, ossia “musi gialli“, abbia una connotazione dispregiativa e molto negativa. Segnaliamo che l’espressione non sarebbe neppure necessaria nel contesto, quindi il suo utilizzo è totalmente gratuito. Inoltre, tale espressione così grossolana non ci sembra consona né all’altezza di un giornale come il Vostro, a tiratura nazionale e con una sua tradizione nel giornalismo italiano.”

Il giornalismo italiano? Ah già, il protagonista di mille battaglie e diecimila barricate per la libertà di stampa. Questa qui, per l’appunto.

Annunci

5 maggio 2009

Via radio

radioQuasi due anni fa la Repubblica pubblicava “lo sfogo” di un lettore. Il 7 maggio 2007 la sua lettera intitolata  “Aiuto, sono di sinistra ma sto diventando razzista” trovava spazio nella prima pagina del quotidiano.

Domani sera chi scrive, Marco Binotto, insieme a Marco Bruno, discuteranno di questa “ricorrenza” e (quindi) del tema dai microfoni di Radio Popolare Roma per un filo diretto in diretta su Popolare Network dalle 20 alle 20 e 40.

Che dire, tutti davanti al televisore.

21 aprile 2009

Sono razzisti

Filed under: Casi di studio — Marco Binotto @ 10:21 pm
Tags: , , , , , , , ,

siamo-razziesti-liberoUno dei luoghi comuni dell’antirazzismo è quello di constatare con sarcasmo quale sia l’incipit di ogni commento dal vago sentore razzista o pregiudizievole: “non sono razzista, ma…

Una breve frase che suona come giustificazione, quasi un ipocrisia rispetto al concetto che emergerà a breve. Dal punto di vista sociologico questa “Excusatio” segnala la presenza di un tabù verso questo appellativo che suona ancora come un’accusa insostenibile. Un errore da evitare assolutamente.

Secondo me, uno dei segnali dell’odierno imbarbarimento del dibattito pubblico e quotidiano su questi temi è proprio la progressiva caduta di questo tabù, lo sdoganamento verso espressioni e atteggiamenti che fino a qualche tempo fa richiedevano questo tipo di premesse che ora appaiono inutili. Anzi vengono ribaltate.

Siamo razzisti“. Titolava stamane il quotidiano Libero.

(more…)

11 aprile 2009

Punti di vista romani

http://devlin.co.za/web

E’ ormai evidente. Anzi no.

Già nel 1922 Walter Lippmann nel suo celebre saggio sull’Opinione pubblica notava come il sistema dell’informazione costituisce un “pseudo-ambiente“, una seconda natura ormai inavvertita o inavvertibile. Un dato confermato fino ad oggi dal risultato di numerose ricerche. Come nel sogno ad occhi aperti di The Matrix è impossibile distinguere la presenza di questo ambiente fino a quando una qualche anomalia non gli contrappone un contro-ambiente che gli permetta di vedere una qualche possibile realtà oltre lo specchio.

(more…)

Il biondo, il pugile e il monco

Filed under: Casi di studio — Marco Binotto @ 12:03 am
Tags: , , , , , ,

dynamic_trioQualcuno di voi ricorda la prima serie televisiva ispirata dalla fumetto Batman?

E’ diventata una serie di culto. Non so bene il motivo. Credo per quel sapore naïve della loro fattura, per quel modo artificioso di riportare lo spirito del cartoon con delle immagini onomatopeiche nel momento delle scazzottate con cui i nostri eroi sgomivanano i cattivi, anch’essi un po’ cialtroneschi e ingenui nella rappresentazione.

A me divertivano molto. Ora possiamo dirlo, vedendo riproposta oggi dall’informazione una modalità di rappresentare la cronaca un fondo di divertimento rimane, con un gusto po’ nero forse.

(more…)

8 aprile 2009

Il primo convegno

Filed under: Diario di ricerca,Esperienze — Marco Binotto @ 5:55 pm
Tags: , , , , ,

Ogni prima volta non si scorda mai. Quello che a volte dimentichiamo, o meglio non abbiamo tempo di fare, è rendere conto delle cose che riusciamo a fare.

Per fortuna Valeria Lai è riuscita a pubblicare un resoconto del convegno dedicato all’informazione nella Tv di servizio pubblico tra diritto di cronaca e violenza, promosso dall’ISIMM a Roma nel febbraio scorso. E’ stato pubblicato sulla rivista on line della nostra facoltà.

E’ stata la prima occasione di confronto pubblico dei risultati della nostra ricerca e delle riflessioni scaturite dal nostro progetto. Paolo Mancini ha invece presentato i dati dell’osservatorio sull’informazione televisiva su cui primo o poi bisognerà tornare. Per ora vi segnalo la registrazione audio dell’intervento di Mario Morcellini (anticipato dall’introduzione del moderatore Menduni).

7 aprile 2009

Arrivedersi

Filed under: Diario di ricerca — Marco Binotto @ 5:01 pm
Tags: , , , , , ,
L'Espresso

L'Espresso

Alle prese con dati, matrici statistiche, griglie di turni e rilevatori, elenchi di articoli da rivedere e variabili da correggere non si ha sempre tempo per ragionare ed incontrarsi.

Con l’approssimarsi della completa copertura delle giornate del campione siamo riusciti ad organizzare un incontro “plenario” per discutere di una elaborazione dei dati inseriti fino a questo momento. Era presente tutto il gruppo di ricerca, un discreto numero di rilevatori e rilevatrici , Mario Morcellini – il direttore scientifico della ricerca – ed alcuni e alcune docenti della Facoltà di scienze della comunicazione che si sono occupati o si stanno occupando, anche con altri approcci disciplinari (criminologia, psicologia sociale, politologia, …), di questi temi.

(more…)

31 marzo 2009

Chiodi pericolosi

dnews-dettaglioDagli errori si impara.

Almeno così dovrebbe essere. E che sullo “stupro della Caffarella“, l’informazione italiana abbia preso una cantonata è ormai sancito dalla puntata a Porta a Porta dedicata di Vespa al “risarcimento”. Eppure quest’ultimo infortunio non pare aver sortito nessun cambiamento in alcune cattive abitudini. Anzi pare che queste si perpetuino indisturbate. Non sto parlando di altri casi o situazioni, ma di quella stessa vicenda, per gli stessi due accusati e incarcerati da innocenti.

(more…)

16 marzo 2009

Cattive notizie da Israele

Per fortuna il momento particolarmente alto del conflitto arabo-israeliano è alle nostre spalle.

Terminata l’offensiva di Gaza possiamo forse trattare un intervento collegato a questo argomento troppo complesso e delicato per gli obiettivi di questo blog. In quei giorni è circolato in rete un articolo, pubblicato sulla testata Senzasoste.it e rilanciato da molti siti, che descriveva il lavoro di ricerca del equipe di ricerca britannica Glasgow Media Group, Bad News From Israel. L’ennesimo ottimo lavoro di indagine di un gruppo che da molto tempo si occupa di informazione.

Questo un estratto dell’articolo che confronta quel lavoro con l’ambito italiano:

un  lavoro così sistematico, sofisticato nell’impianto categoriale che usa è ancora impensabile in Italia. Per diversi motivi: perché gli specialisti di comunicazione politica sono quasi tutti arruolati del mainstream, per lo stato di minorità teorica in materia di media di buona parte dell’informazione alternativa, perché in materia di equilibrio dell’informazione in tv in Italia il dibattito è drogato dalla questione del conflitto di interessi di Berlusconi e dall’illusione che una volta risolto questo conflitto le notizie possano tornare libere. Inoltre lavori come quello diretto da Philo e Berry in Italia rischiano di non trovare né editoria universitaria, strangolata dalle necessità di bilancio, né tantomeno editoria maggiore che deve sempre fare i conti, anche in quel campo, con la presenza di Berlusconi.  Allo stesso tempo le autorità di controllo, nazionali e regionali, che commissionano lavori di monitoraggio della comunicazione lo fanno principalmente su criteri mainstream e non certo critici come quelli di Philo e Berry. E’ il classico circolo vizioso: in Italia l’intreccio tra media e politica produce la notizia generalista, le autorità di controllo, costituite dallo stesso intreccio, la monitorizzano secondo gli stessi criteri cognitivi che hanno prodotto questa notizia.

Credo di essere allo stesso tempo molto d’accordo e in completo disaccordo.

(more…)

Una mappa da paura

Filed under: Letture — Marco Binotto @ 7:18 pm
Tags: , , , , , , , , ,

mappaLa cronaca è cronaca.

Cosa pretendere di più? Come dare torto ad un collega con cui discuteva durante una commissione di laurea qualche settima fa. Argomento del contendere una bella tesi presentata sul tema della copertura delle ultime Olimpiadi a Pechino. Il candidato lamentava la (dis)attenzione attribuita dalla stampa internazionale e (soprattutto) italiana al rispetto dei diritti civili ed umani da parte dalla potenza asiatica.

L’obiezione suonava così: cos’altro può fare la cronaca se non ci sono informazioni nuove? Cos’altro deve fare se non occuparsi d’attualità?

Non aveva del tutto torto, se questo fosse il criterio univoco di scelta e trattamento delle notizie. Come sappiamo per alcune notizie la cronaca, anche quella sportiva, anche quella politica, non disdegna l’opportunità di ricollegare fatti e situazioni, ricordare fatti precedenti, aggiungere commenti e critiche, approfondire e proporre. Un banale esempio? Ogni volta che la cronaca politica si occupa di Lega Nord e del suo radicamento popolare o di possibili alleanze a sinistra qualcuno ricorda la celebre frase di Massimo D’Alema riferita alla Lega come una “costola della sinistra“.

Ma non basta, questo discorso vale anche per la cronaca nera?

(more…)

« Pagina precedentePagina successiva »

Blog su WordPress.com.