Cattive Notizie

Immigrazione e asilo

Il progetto

I mezzi di informazione partecipano alla società ed alla cultura condivisa in modo sempre più pervasivo, assumendo un ruolo verosimilmente determinante nel descrivere i cambiamenti in atto in una società oramai multiculturale. Il fenomeno dei flussi migratori si presenta in questo contesto particolarmente ampio e complesso, richiedendo agli operatori dell’informazione una rinnovata capacità di rappresentazione della realtà sociale e del suo divenire. In Italia questo sforzo sembrerebbe essere particolarmente necessario. Sembra esservi, infatti, una diffusa tendenza, nei media italiani, ad indulgere nel, nell’eccessiva semplificazione e nella produzione e riproduzione di stereotipi, che non aiutano a “restituire” al pubblico una conoscenza adeguata del cambiamento sociale e della sua conseguente evoluzione.

Finalità

La ricerca avrà il compito principale di monitorare la rappresentazione del fenomeno dell’immigrazione e il tema dell’asilo sui mezzi di informazione italiani con il fine di

  • verificare le ipotesi di partenza e lo stato attuale della copertura informativa rispetto a simili ricerche realizzato negli anni scorsi;
  • costruire le metodologie, l’apparato di tecniche e la struttura organizzativa necessaria alla costituzione di un Osservatorio nazionale su queste tematiche.

Obiettivi

La ricerca ha lo scopo di:

  • analizzare il linguaggio giornalistico e gli stili utilizzati nelle notizie sull’immigrazione per individuare eventuali devianze rispetto alle previsioni dei codici deontologici;
  • individuare, attraverso l’analisi del contenuto dell’informazione, le modalità di rappresentazione dei fenomeni migratori per cogliere elementi che evidenziano esclusione, pregiudizio e stereotipo;
  • segnalare agli organi competenti eventuali comportamenti discriminatori ai danni di richiedenti asilo, rifugiati e migranti che possano ingenerare artificiosamente nell’opinione pubblica sentimenti di ostilità nei loro confronti;
  • fornire analisi qualitative e quantitative dell’immagine rappresentata dei soggetti in questione nella stampa e in televisione così come individuate da enti di ricerca ed istituti universitari italiani ed europei nonché alle agenzie dell’Unione Europea e del Consiglio d’Europa che si occupano di discriminazione, xenofobia ed intolleranza;
  • offrire materiali di riflessione e di confronto ai Consigli regionali dell’Ordine dei Giornalisti, ai responsabili ed agli operatori della comunicazione e dell’informazione ed agli esperti del settore sullo stato delle cose e sulle tendenze in atto;
  • promuovere e realizzare, con la collaborazione di gruppi di ricerca e ricercatori universitari impegnati nello studio di tematiche riguardanti l’informazione sull’immigrazione, corsi di formazione ed aggiornamento per giornalisti finalizzati ad arricchire la crescita professionale nel particolare comparto.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: