Cattive Notizie

23 novembre 2008

Aggressione al Trullo. Solidarietà alla troupe del TG1. E a chi ci abita?

Filed under: Cronacopoli,Esperienze,Notizie,Visioni — andreacerase @ 10:29 pm

Abito al Trullo, e di certo non avevo bisogno del TG1 per sapere che le aggressioni e pestaggi a sfondo razzista sono all’ordine del giorno. Tanto per rinfrescare la memoria, un paio d’anni fa alcuni cittadini rumeni furono gambizzati, ed un bar dato alle fiamme. Nel luglio 2007 ci fu una battaglia a bottigliate, durata oltre un’ora, tra le squadracce di razzisti e i ragazzi del centro sociale “Il Faro”, che avevano subito a un tentativo di aggressione. La notte di Capodanno siamo dovuti rimanere barricati in casa perché per tutta la notte qualcuno ha minacciato sotto le nostre finestre di ammazzare gli immigrati romeni che abitavano nel condominio. Sono oltre due anni che, nell’indifferenza generale, viviamo sotto scorta da parte dei Carabinieri, che presidiano largo Caterina Cicetti con un posto fisso e con pattugliamenti in tutto il quartiere. Una presenza discreta, necessaria, ma certamente insufficiente in un quartiere “problematico” come il Trullo. Oggi è tutto un coro di dichiarazioni di solidarietà istituzionali e bipartisan agli operatori del TG1, aggrediti in mezzo alla strada. Ed è giusto che ci siano. Ma è anche un triste fatto che l’emergenza razzismo e violenza nelle periferie faccia notizia e interroghi l’opinione pubblica soltanto quando ad essere colpiti sono i giornalisti. Non mi pare di poter ricordare lo stesso clima di solidarietà istituzionale e bipartisan nei confronti degli immigrati aggrediti e degli abitanti del Trullo, che comunque devono convivere ogni giorno con la paura. Quella vera, non quella mediatica.

Annunci

30 ottobre 2008

Cultura di governo: Sacconi alla presentazione del rapporto Caritas

Filed under: Immigrazione e asilo,Notizie — andreacerase @ 6:12 pm

Rapporto Caritas, fischi per Sacconi alla presentazione

Il ministro del Lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, il senatore Maurizio Sacconi, ha ricevuto fischi e qualche applauso polemico durante il suo intervento al Teatro Orione di Roma, dove questa mattina è stato presentato il Dossier Caritas/Migrantes sull’immigrazione, giunto alla sua diciottesima edizione. I fischi sono stati limitati, ma la contestazione si è ripetuta tre volte nel corso del discorso del ministro, tanto da spingere Franco Pittau, coordinatore nazionale dei ricercatori che hanno lavorato al rapporto, a intervenire. “Noi siamo abituati a dialogare e a rispettare le idee di tutti – ha detto Pittau – quindi vi prego di far finire il discorso al ministro che ringraziamo ancora per la sua presenza. “Avrei potuto fare un altro discorso in questa sede, un dicorso più facile, magari all’insegna dell’etica – ha risposto il ministro a chi lo contestava dalla platea del Teatro Orione – ma non ho rinunciato a comunicarvi tutte le mie paure per i problemi nuovi che l’immigrazione ci porta. Chi governa si deve prendere delle responsabilità e con queste paure dobbiamo fare i conti, perché sono evidenti anche nella mia regione, il Veneto (che pure il rapporto Caritas individua come tra le migliori per l’integrazione) forme di insofferenza legate soprattutto ai temi della sicurezza”.

(more…)

15 ottobre 2008

Razzismo, ridipinte di bianco le sagome di bimbi neri

Filed under: Cronacopoli,Immigrazione e asilo,Notizie,Visioni — andreacerase @ 6:49 am
Brinzio (VA) sagoma di bambino nero ridipinta di bianco

Brinzio (VA) sagoma di bambino nero ridipinta di bianco

E’ accaduto a Brinzio, nel Varesotto, dove ignoti hanno ripassato con spray bianco faccia, mani e piedi di alcune sagome installate dalla scuola elementare del paese nelle strade
Sagome di legno raffiguranti bambini di colore “sbiancate”. E’ accaduto a Brinzio, nel Varesotto, dove ignoti hanno ripassato con spray bianco faccia, mani e piedi di alcune sagome installate dalla scuola elementare del paese nelle strade. I bambini avevano realizzato le sagome di cartone nell’ ambito del progetto di sicurezza stradale (stanno a indicare la presenza di una scuola agli automobilisti e a far rallentare il traffico).
Indignazione per il vandalismo di stampo razzista è stata espressa dal sindaco e dalle maestre della scuola, che hanno parlato di “grande amarezza” e scritto insieme con i bambini una lettera aperta: “Cari imbrattatori delle sagome – si legge – siamo indignati per quello che avete fatto. Ci piacerebbe che sapeste prendere diluente e vernice per farci ritrovare una mattina le nostre sagome come erano”. E “cari imbrattatori,ha più valore il ragionamento dei bambini che qualsiasi altro commento da parte dell’amministrazione. Se non siete codardi o peggio conigli, vi consigliamo di fare ciò che i bambini vi chiedono, cioè ripulire le sagome imbrattate”, si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Brinzio, firmata dal sindaco Bruno Vanini. Sul fatto indagano i carabinieri.
(14 ottobre 2008)

7 ottobre 2008

Gli scherzi del “razzismo immaginario”

Filed under: Notizie — Marco Binotto @ 8:25 am
Tags: , , , , , , , , , ,

Per fortuna non si parla più di obiettività.

Anni di analisi semiotica, dibattito sulla deontologia e, perfino, sull’epistemologia della scienza hanno modificato uno dei “luoghi comuni” del giornalismo. Ora si preferisce usare il termine “onestà“. Non tanto per distinguere i fatti dalle opinioni in quella fittizia separazione tra notizia e commento, quanto nella necessità del giornalista di dire la propria riportando in modo non artefatto la sostanza dei fatti, non inventando notizie né prendendo il giro il pubblico.

Naturalmente ciò è più semplice per il redattore che realizza l’articolo. Colleziona fatti e dichiarazioni, deve conoscere la sostanza degli avvenimenti, almeno in parte. Capita invece che lo stesso grado di conoscenza non venga raggiunto da chi deve preparare il titolo.

(more…)

25 settembre 2008

World Social Summit: per una società senza paura

In questi giorni a Roma si tiene un grande convegno internazionale per discutere di una società senza paura, in cui non sia necessario temere attacchi terroristici, rifugiarsi in un Suv o guardare con sospetto il cinese che apre un negozio sotto casa. Sono temi straordinariamente rilevanti per le scienze sociali, e i relatori sono davvero di prim’ordine. Solo per fare qualche nome: David Altheide; Jacques Attali; Zygmunt Bauman; Gary S. Becker; Bill Emmott; Frank Furedi; Anthony Giddens; James Hillman; Michel Maffesoli, Roberto Saviano; Pier Luigi Vigna. La prima impressione è un po’ spaesante: come sempre, con la scusa dei “saluti istituzionali” cominciano a parlare i politici, meglio se in cerca di visibilità. Lasciando da parte i giochi di parole sul Qatar, tesi e gli argomenti di alcuni dei relatori sono al limite dello sconcerto.  Alemanno parla di multilateralità inciampando più volte sulle sue sillabe, ma il suo intervento sembra complessivamente dignitoso, specie quando parla degli effetti perversi della mondializzazione dell’economia, poi scivola di nuovo e reinventa la macchina del tempo. Al termine dei saluti dei politici la sala si svuota. Dando prova di grande educazione e di capacità di ascolto, quasi tutti i giornalisti sono fuori a chiedere qualche dichiarazione buttata lì sull’Alitalia, sulla criminalità a Roma o sulla commissione Attalì all’amatriciana (n.d.r. Attali era in sala, tra gli ospiti). La cosa strana è che il giorno dopo, a leggere quotidiani ed agenzie, sembrava che i giornalisti fossero stati ad un altro convegno e che in redazione fossero stati scambiati per sbaglio titoli ed articoli. Molti degli interventi degli ospiti sono stati infatti completamente travisati o fraintesi, malgrado il servizio di traduzione simultanea. La cosa più spiacevole e, insieme rivelatrice capita ad Attali (o Attali’, fate un po’ voi), che conduce un intervento di 10’12” di serrata critica all’”economy of greed” (economia della cupidigia) e un passaggio di un secondo (1”) sull’”economy of green”, che però  – caso strano – è l’unica cosa che riportano le agenzie. E oggi si è parlato di media e crimine: il moderatore è Mauro Mazza, direttore del TG2. Per quasi un quarto d’ora ci parla di una terrificante escalation del crimine, cercando la smarcatura preventiva dai pesanti attacchi alla libertà di informazione imputati dal direttore a chi contesta l’uso politico del tema sicurezza nei TG. Verrebbe da chiedersi se per caso ha letto le statistiche sulla criminalità del Viminale. Fortuna che appena dopo c’è David Altheide…

 

16 giugno 2008

12 giugno 2008 : Nasce “La Carta di Roma”

Una di quelle date da segnarsi. Certo non una ricorrenza religiosa o nazionale. Forse non entrerà nei libri di storia, almeno non nei manuali più sintetici. Certo per chi si occupa di questi temi è un momento di una certa importanza.

Il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti e la Federazione Nazionale della Stampa Italiana hanno approvato il “Protocollo deontologico concernente i richiedenti asilo, rifugiati, vittime della tratta e migranti” denominato “Carta di Roma”.

(more…)

24 aprile 2008

Terremoto Grillo

Filed under: Notizie — Marco Binotto @ 7:39 pm
Tags: , , , ,

Sul sistema dell’informazione si sta per abbattere un terremoto. Domani, 25 aprile si terrà il secondo Vaffa-Day del comico genovese.

In questo caso cambia il tema, non più la politica, e lo strumento. Le firme che verranno raccolte in tutta Italia mirano ad indire tre referendum su altrettante leggi dedicate al mondo dei news media. (more…)

13 aprile 2008

Tele-giornali a parlamento

Filed under: Cronacopoli,Notizie — Marco Binotto @ 11:31 pm
Tags: , , , , , , ,

Possiamo ormai parlarne con tranquillità, trattandosi della vecchia legislatura.

La commissione parlamentare “Affari costituzionali” allora presieduta dall’on. Violante aveva iniziato un percorso di approfondimento sui temi della sicurezza.

Arrivò anche il momento della “percezione della sicurezza”. Per discutere della questione il presidente invitò ad audizione congiuntamente i direttori delle testate nazionali, televisive e stampate, insieme ad una serie di docenti e studiosi universitari di informazione.

Come potete immaginare il dibattito si è fatto anche molto teso ed ha avuto una qualche eco sulla stampa. Un dibattito interessante che andrebbe meglio approfondito.

Per ora vi segnalo parti di registrazione audio dal sito di Radio Radicale:

(more…)

2 marzo 2008

La salute, prima di tutto!

Uno dei temi che ricorrono piu’ spesso nelle pagine di cronaca è quello delle cosiddetta Malasanità.

La nostra salute ci sta a cuore. La sanità offre un collegamento perfetto tra interessi vivi e vividi del pubblico e le necessità produttive del giornalismo. La sanità offre materiale a getto continuo: incidenti, scandali, curiosità, informazioni, morbosità e morbilità.

Allora, chi come noi tenta di far ricerca sui news media e, in particolare, sulla cronaca il tema sanità offre altrettanti elementi di interesse. (more…)

« Pagina precedente

Blog su WordPress.com.