Cattive Notizie

11 agosto 2009

Etnia Rom

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 11:06 pm
Tags: , , , , , ,

Non si è più certi di nulla.

Deve essere molto difficile il lavoro del cronista. Oltre ai soliti seguaci del politicamente corretto ci si mette la complessità del mondo con le sue mille definizioni, popolazioni, termini ameni, tutti da controllare per non cadere in errore.

Soprattutto durante la settimana di ferragosto. Poche le notizie e molto il caldo. Tra queste poche ci sono anche notizie in cui la provenienza dei protagonisti non è chiara come al solito. Allora ne esce fuori questo capolavoro lessicale in miniatura…

(more…)

Annunci

3 marzo 2009

Soliti e noti

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 10:42 pm
Tags: , , , , , , , , ,

i_soliti_ignotiRischiamo di diventare ripetitivi, lo so.

Dobbiamo tornare a ricordare l’Articolo 8, “Tutela della dignità della persona” del “Codice deontologico relativo al trattamento dei dati personali nell’esercizio dell’attività giornalistica“:

2. Salvo rilevanti motivi di interesse pubblico o comprovati fini di giustizia e di polizia, il giornalista non riprende né produce immagini e foto di persone in stato di detenzione senza il consenso dell’interessato.

3. Le persone non possono essere presentate con ferri o manette ai polsi, salvo che ciò sia necessario per segnalare abusi.

Ieri. Tutte le testate hanno gioito alla notizia della cattura dei due colpevoli del cosiddetto “stupro della Caffarella” (credo quasi nessuna abbia usato il condizionale per definine la colpevolezza, ma bisognerà controllare). La notizia era accompagnata in modo quasi completo dalle solite foto segnaletiche, sostituite, appena sono state disponibili, dalle panoramiche in piano americano dei due accompagnati in manette dal personale delle forze dell’ordine.

(more…)

24 febbraio 2009

I soliti colpevoli

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 11:12 am
Tags: , , , , ,

Domenica 22 febbraio 2009 il quotidiano romano Il Tempo così titolava a pagina 2.

Ucciso e messo in valigia

Romeni ancora colpevoli

Ammazzato con una martellata sulla fronte, rapinato di quello che aveva in tasca e messo in valigia come un pacco. Per un debito di condominio di 400 euro. A Roma terrore e morte tornano a far rima con “romeni”.

Sto cercando la pagina del giornale cartaceo, per ora abbiamo la pagina web. Ecco le prove:

rumeni-colpevoli-web2Senza parole.

4 febbraio 2009

Il buono, il cattivo e il politico

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 12:49 am
Tags: , , , ,

buonobruttocretinoNon riusciamo più a capire se sia il sistema mediale, con i suoi linguaggi e i suoi effetti, ad aver modificato completamente gli schemi di funzionamento e di voice del sistema politico o sia avvenuto il contrario.

Il linguaggio, il gergo, le azioni e reazioni della politica pubblica viene semplicemente amplificata dal “megafono mediale”. Le chiacchierate, le interviste, gli interventi a convegno, i comizi pubblici diventano voci dei personaggi che calcano lo stesso “teatrino” informativo.

(more…)

5 gennaio 2009

Taglio cinese

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 12:45 pm
Tags: , , , , , ,

E si’. Le Iene hanno proprio fatto scuola.

E non solo per l’intervista doppia ormai ripresa da talk show, tg e spot pubblicitari, anche il metodo del servizio con telecamera nascosta ha un grande successo. Lo usa Striscia la Notizia, ma questo è scontato. Mi manda Rai tre, ed è stata una piccola rivoluzione, ma ormai è arrivato al tg dell’ammiraglia Rai.

Come fare? Semplice, si prendono uno o due giovani collaboratori, pardon “complici”, sconosciuti, li si attrezza con occhiali o berretto così che possano nascondere una piccola telecamera e un microfono. Li si invii in un luogo pubblico o un ufficio riprendendo il tutto. Mandando in onda il filmato si deve poi avere l’accortezza di nascondere con degli effetti tecnici il volto e, se necessario, la voce degli ignari protagonisti. L’effetto è assicurato.

Il servizio vi mostrerà mentre scoprite una verità, svelerete il mistero di un luogo sconosciuto o pruriginoso (celebri i servizi delle Iene sul mondo dei nightclub). Ma, soprattutto, aprirete gli occhi della cittadinanza su una pratica meschina o illegale, su una truffa, su un affare illecito. Sarete gli eroi infiltrati, i nostri occhi nascosti. Dei paladini!

Ebbene, ieri (2 gennaio 2009) è andato in onda un servizio sul tg1 che utilizzava questo metodo.

Era un servizio di costume, una sorta di indagine sociale. Quelli in cui si mostra una tendenza di mercato, un fenomeno in crescita, una moda. Ma il metodo era quello delle Iene. Ma non c’erano Maghi truffatori o Prostitute transessuali, ma forbici orientali.

Infatti, il pezzo era dedicato al trend inquietante dei “capelli low cost nei locali cinesi”.

(more…)

1 gennaio 2009

Da dove viene il clandestino?

In questi giorni pare siano ripresi gli “sbarchi di clandestini a Lampedusa”. Naturalmente “è subito emergenza”. Il problema, al solito, è che non si capisce bene da dove provengono.

Gli sbarcati, si sa, non hanno né origine né storia.  E’ risaputo che il resto del mondo è povero o in guerra e questo ci basta. Al massimo si parla delle origini  di questi flussi solo per trovare un modo per fermarli. Il modo trovato di questi tempi è quello di fare degli accordi con i paesi di origine (o sarebbe meglio dire di transito) dei barconi. Uno di quelli più famosi è l’accordo bilaterale con la Libia.

Ci sono notizie sulla sua stipula e sulla sua discussione. Altre sui lamenti del loro mancato rispetto.

Nessuno su come questo regime, fino a pochi anni fa “canaglia”, riesca o dovrebbe riuscire a fermare i migranti.

Come fa?

(more…)

23 dicembre 2008

Questione di immagine

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 10:51 pm
Tags: , , , , , , , ,

2005-invisible-womanChe forza le immagini.
Le telecamere di sorveglianza piazzate in luoghi pubblici e private sono molto importanti per la sicurezza collettiva. A quanto sembra sono altrettanto rilevanti per il confezionamento dei servizi televisivi.
Martedì 9 dicembre il TG5 delle 13 ne ha dato un’emblematica dimostrazione.

Un blocco di due servizi intitolato “Rapinatori e bulli incastrati dai video. Inchiodati dalle telecamere ladri e bulli” evidenzia l’importanza della disponibilità di immagini come  valore notizia per la scelta delle notizie da mostrare.

(more…)

15 dicembre 2008

Cosa sono i “negozi etnici”?

Filed under: Visioni — Marco Binotto @ 11:03 pm
Tags: , , , , , , , ,

9-1Ogni festa ha i suoi riti e le sue tradizioni.

Anche le festività sugli schermi dell’informazione televisiva ha i suoi rituali. Ad esempio, con l’avvicinarsi del 31 dicembre  ecco comparire i soliti servizi sui botti di fine anno.

Venerdì 9 dicembre, nell’edizione delle 20, il TG5 ne manda in onda uno (di un minuto 25 circa), probabilmente il primo della stagione. Il servizio tratta naturalmente dalla pericolosità dei fuochi artificiali, soprattutto di quelli illegali, e prende spunto dai controlli delle forze dell’ordine sulle importazioni di questo materiale. In questo caso però al centro della notizia non ci sono solo i fuochi ma anche le luci.

(more…)

23 novembre 2008

Aggressione al Trullo. Solidarietà alla troupe del TG1. E a chi ci abita?

Filed under: Cronacopoli,Esperienze,Notizie,Visioni — andreacerase @ 10:29 pm

Abito al Trullo, e di certo non avevo bisogno del TG1 per sapere che le aggressioni e pestaggi a sfondo razzista sono all’ordine del giorno. Tanto per rinfrescare la memoria, un paio d’anni fa alcuni cittadini rumeni furono gambizzati, ed un bar dato alle fiamme. Nel luglio 2007 ci fu una battaglia a bottigliate, durata oltre un’ora, tra le squadracce di razzisti e i ragazzi del centro sociale “Il Faro”, che avevano subito a un tentativo di aggressione. La notte di Capodanno siamo dovuti rimanere barricati in casa perché per tutta la notte qualcuno ha minacciato sotto le nostre finestre di ammazzare gli immigrati romeni che abitavano nel condominio. Sono oltre due anni che, nell’indifferenza generale, viviamo sotto scorta da parte dei Carabinieri, che presidiano largo Caterina Cicetti con un posto fisso e con pattugliamenti in tutto il quartiere. Una presenza discreta, necessaria, ma certamente insufficiente in un quartiere “problematico” come il Trullo. Oggi è tutto un coro di dichiarazioni di solidarietà istituzionali e bipartisan agli operatori del TG1, aggrediti in mezzo alla strada. Ed è giusto che ci siano. Ma è anche un triste fatto che l’emergenza razzismo e violenza nelle periferie faccia notizia e interroghi l’opinione pubblica soltanto quando ad essere colpiti sono i giornalisti. Non mi pare di poter ricordare lo stesso clima di solidarietà istituzionale e bipartisan nei confronti degli immigrati aggrediti e degli abitanti del Trullo, che comunque devono convivere ogni giorno con la paura. Quella vera, non quella mediatica.

15 ottobre 2008

Razzismo, ridipinte di bianco le sagome di bimbi neri

Filed under: Cronacopoli,Immigrazione e asilo,Notizie,Visioni — andreacerase @ 6:49 am
Brinzio (VA) sagoma di bambino nero ridipinta di bianco

Brinzio (VA) sagoma di bambino nero ridipinta di bianco

E’ accaduto a Brinzio, nel Varesotto, dove ignoti hanno ripassato con spray bianco faccia, mani e piedi di alcune sagome installate dalla scuola elementare del paese nelle strade
Sagome di legno raffiguranti bambini di colore “sbiancate”. E’ accaduto a Brinzio, nel Varesotto, dove ignoti hanno ripassato con spray bianco faccia, mani e piedi di alcune sagome installate dalla scuola elementare del paese nelle strade. I bambini avevano realizzato le sagome di cartone nell’ ambito del progetto di sicurezza stradale (stanno a indicare la presenza di una scuola agli automobilisti e a far rallentare il traffico).
Indignazione per il vandalismo di stampo razzista è stata espressa dal sindaco e dalle maestre della scuola, che hanno parlato di “grande amarezza” e scritto insieme con i bambini una lettera aperta: “Cari imbrattatori delle sagome – si legge – siamo indignati per quello che avete fatto. Ci piacerebbe che sapeste prendere diluente e vernice per farci ritrovare una mattina le nostre sagome come erano”. E “cari imbrattatori,ha più valore il ragionamento dei bambini che qualsiasi altro commento da parte dell’amministrazione. Se non siete codardi o peggio conigli, vi consigliamo di fare ciò che i bambini vi chiedono, cioè ripulire le sagome imbrattate”, si legge in una nota dell’amministrazione comunale di Brinzio, firmata dal sindaco Bruno Vanini. Sul fatto indagano i carabinieri.
(14 ottobre 2008)
Pagina successiva »

Blog su WordPress.com.