Cattive Notizie

16 marzo 2009

Una mappa da paura

Filed under: Letture — Marco Binotto @ 7:18 pm
Tags: , , , , , , , , ,

mappaLa cronaca è cronaca.

Cosa pretendere di più? Come dare torto ad un collega con cui discuteva durante una commissione di laurea qualche settima fa. Argomento del contendere una bella tesi presentata sul tema della copertura delle ultime Olimpiadi a Pechino. Il candidato lamentava la (dis)attenzione attribuita dalla stampa internazionale e (soprattutto) italiana al rispetto dei diritti civili ed umani da parte dalla potenza asiatica.

L’obiezione suonava così: cos’altro può fare la cronaca se non ci sono informazioni nuove? Cos’altro deve fare se non occuparsi d’attualità?

Non aveva del tutto torto, se questo fosse il criterio univoco di scelta e trattamento delle notizie. Come sappiamo per alcune notizie la cronaca, anche quella sportiva, anche quella politica, non disdegna l’opportunità di ricollegare fatti e situazioni, ricordare fatti precedenti, aggiungere commenti e critiche, approfondire e proporre. Un banale esempio? Ogni volta che la cronaca politica si occupa di Lega Nord e del suo radicamento popolare o di possibili alleanze a sinistra qualcuno ricorda la celebre frase di Massimo D’Alema riferita alla Lega come una “costola della sinistra“.

Ma non basta, questo discorso vale anche per la cronaca nera?

Per fortuna sto tenendo un corso nella sede di Pomezia della Sapienza. Nel mio viaggio di ritorno ho l’occasione di leggere il freepress serale del gruppo de IlSole-24ore: 24 minuti. Lo scorso 16 febbraio presentava questa pagina di attualità. Come si vede, una mappa dell’Italia riassume alcuni fatti di cronaca dei primi mesi dell’anno caratterizzato da aggressioni e violenze sessuali.

pag-51Attenzione, dal punto di vista statistico la coincidenza temporale (ma non spaziale) di questi fatti non indica nessuna tendenza o incremento del fenomeno. Però la deduzione è con tutta evidenza compiuta dalla carta: “Sevizie e paura in tutta Italia” recita il titolo dell’infografica. Questo il sentimento che si deve provare. Questo il legame tra i fatti.

Alcune altre osservazioni:

1. Per attualità si intende in questo caso esclusivamente la cronaca.

2. Quattro delle cinque notizie presentate riguardano aggressioni. Il quinto un malanno contagioso (e quindi pericoloso anch’esso)

3. L’unico commento politico è attribuito alla frase, probabilmente esposta con intenti sarcastici, di Roberto Calderoli sulla castrazione (anche non chimica, in questo caso).

4. Il titolo principale connota l’intera mappa con un preciso reato.

5. Il tema dominante rimane quello: le due notizie in fondo riguardano le molestie su un autobus palpeggiamento e un’aggressione bloccata.

6. Il titolo della mappa usa il tipico espediente retorico dell’informazione: la sineddoche. Gli 11 fatti riassunti dalla cartina non fanno cadere nel gorgo del terrore solo i luoghi o le città protagoniste, ma (proprio) tutta l’italia.

Basta questo come esempio in cui i fatti di cronaca non sono affatto presentati come singoli avvenimenti scollegati? Occasione in cui un tema scelto dalla testata come dominante o caratterizzante che fornisce la chiave di lettura degli avvenimenti?

Perché non si poteva farlo anche per la cronaca sportiva in occasione delle Olimpiadi?

Annunci

Blog su WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: