Cattive Notizie

19 maggio 2008

Che aria tira?

I mass media fanno opinione. Così si dice.

O almeno la seguono. La interpretando, esprimono quello che si definisce l’opinione pubblica.

In alcuni casi questa funzione sociale appare letterale: nell’ultima settimana in modo sempre più evidente.

Non solo i mezzi di informazione stanno (co)decidendo l’agenda della prima settimana del nuovo governo. Scegliendo il tema da trattare per primo, il linguaggio da usare, i protagonisti, persino la posta in gioco. Ma subito valutano anche il risultato. Ovviamente valutata dalla “soddisfazione” della pubblica opinione. Inutile precisare: misurato attraverso sondaggi.

In questi ultimi giorni ho contato almeno quattro sondaggi sul tema sicurezza-Rom-immigrazione. Uno di repubblica.it (già citato). Uno del Corriere (venerdì scorso mi pare), Il Giornale domenica e stasera quello della trasmissione di Bruno Vespa. In questi casi non mi stupiscono troppo i risultati e il fluire delle interpretazioni degli stessi.  Mi interessano più le domande.

E’ la testata che prima fornisce l’interpretazione dei fatti e, nello stesso tempo, valuta l’efficacia sul target. Entrambe usano le stesse informazioni per decidere, lo stesso linguaggio, la stessa cornice per definire gli accadimenti.

Faccio l’esempio più recente. Ho appena visto il professor Mannheimer descrivere dei risultati definiti bulgari. Anche con una certa sorpresa, l’accordo con i provvedimenti del governo appariva trasversale e vastissimo. Come ha precisato il conduttore: misurano l’aria che tira.

Peccato fosse frutto di semplice buon senso.

Ancora non sono pubbliche i quesiti, ma a memoria la domanda appare sempre la stessa: volete pene più severe? volete leggi più dure? In sostanza: volete eliminare il problema?

A parte qualche cocciuto docente universitario, chi potrebbe rispondere di no? Non comporta nessuna fatica, non costa nulla. Perchè no?

Ma occorrerà rivedere meglio queste ricerche demoscopiche, come la quarta trasmissione d’approfondimento dedicata di seguito a questi stessi argomenti.

Ma ora è tardi. Vado a chiudere la finestra, entra troppa aria.

Annunci

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: